Migliori scaldavivande elettrici: guida all’acquisto, opinioni e prezzi

Gli scaldavivande elettrici sono dei contenitori che consentono di trasportare e riscaldare allo stesso tempo, il cibo quando si è fuori casa. Ideali per coloro che sono fuori casa per lavoro, per chi studia, sono pratici nell’utilizzo in quanto non serve cuocere poiché riscaldano in pochi minuti. Si possono alimentare con una tradizionale presa a muro oppure con l’accendisigari in auto.

Questi contenitori sono composti da vari scomparti al loro interno. I più accessoriati sono predisposti con due scomparti, posate coordinate e uno scomparto per le bevande. I modelli presenti in commercio sono tanti, e si differenziano per capienza, colore, resistenza termica e materiali con cui sono realizzati. Per aiutarvi nella scelta, di seguito vi indichiamo quali sono le caratteristiche da considerare al momento dell’acquisto sullo store di Amazon, aiutandovi anche con le varie recensioni rilasciate dagli utenti.

Tipologie di scaldavivande elettrici

Lo scaldavivande è un prodotto molto diffuso, che viene utilizzato a qualsiasi età. Viene anche chiamato “portapranzo”, in quanto si tratta di un contenitore che consente di riscaldare o mantenere in caldo il cibo, quando si è fuori casa. Fino a poco tempo fa, questo accessorio era utilizzato molto dai bambini a scuola, ma con l’avanzare della tecnologia e le nuove forme di lavoro a tempo pieno, ha iniziato ad avere successo anche tra gli adulti. Il primo fattore da considerare prima di procedere all’acquisto è quello di scegliere un prodotto che possa essere in linea con le proprie necessità, sulla base della tecnologia integrata. In commercio possiamo trovare: scaldavivande attivi, passivi e ibridi. Scopriamo quali sono le loro principali peculiarità e differenze.

Scaldavivande attivi

Si tratta di prodotti che sono dotati di una tecnologia che consente di mantenere in caldo il cibo e di somministrare il calore. La maggior parte di questi prodotti possiede un piccolo motore che consente di aumentare la temperatura interna del contenitore, in modo da riscaldare i cibi. Sono rivestiti per lo più in alluminio o in acciaio inox, materiali che consentono un’ottima azione isolante. Oltre a mantenere la temperatura, un altro vantaggio di questi materiali è l’assenza di sostanze nocive come il BPA. Questa tipologia di scaldavivande può essere utile per chi ama mangiare pietanze molto calde come zuppe, vellutate, carne o pesce.

Scaldavivande passivi

Si tratta di contenitori che prendono questo nome perché non possiedono la funzione di riscaldamento ma solo quella di mantenere in caldo i cibi. Questi prodotti non possiedono un motore interno e non hanno alcun tipo di alimentazione. Sono accessori portatili, adatti per situazioni in cui non si ha a disposizione la corrente elettrica. Si adattano bene per essere utilizzati dai bambini a scuola, in asilo. Il mantenimento in caldo non dura più di 2-3 ore, in quanto sfruttano il calore del cibo diffondendolo all’interno del recipiente. Questo processo può influire sulla consistenza di alcuni alimenti come prodotti da forno o fritture.

Scaldavivande ibridi

La terza tipologia che si può considerare una via di mezzo tra prodotti che dispongono di un motore integrato e un cavo di alimentazione che si può rimuovere. La caratteristica di questi modelli è la versatilità, perché consentono di rimuovere il cavo elettrico e utilizzare lo scaldavivande in modo passivo. Quando necessario invece, si può inserire il cavo per riscaldare le pietanze.

Scaldavivande elettrici

A questa categoria appartengono tutti quei modelli attivi o ibridi che possiedono un motore integrato che funziona con corrente elettrica. Questi modelli hanno una potenza elevata, un cavo di alimentazione removibile che non necessita di un flusso di corrente intenso per attivare il riscaldamento dei cibi.

Scaldavivande a batteria

A questa categoria appartengono i prodotti ibridi e attivi, che funzionano come gli scaldavivande elettrici. L’unica differenza risiede nel sistema di alimentazione del motore, che avviene tramite batterie. Si possono trovare modelli con batterie ricaricabili o usa e getta. Quelli con la batteria integrata sono solitamente i più costosi rispetto quelli a batterie usa e getta.

Scaldavivande con attacco USB

Questi sono i modelli di ultima generazione, attivi o ibridi che possono essere usati come scaldavivande classici. Per l’attivazione della funzione di riscaldamento è necessaria un’alimentazione USB che sfrutta l’energia elettrica di apparecchi elettronici come laptop o PC. Il cavo di alimentazione è removibile e ne posseggono anche uno aggiuntivo che consente l’attacco all’accendisigari dell’auto.

Guida alla scelta: caratteristiche

Abbiamo visto quali tipologie di scaldavivande si possono trovare in commercio e le varie differenze che li contraddistinguono. Adesso, passiamo ai vari fattori da considerare prima di procedere all’acquisto:

  • alimentazione: in commercio, fino poco tempo fa era possibile trovare solamente modelli passivi, privi di motore interno. Con l’evoluzione della tecnologia, le maggiori aziende produttrici hanno iniziato a realizzare modelli dotati della funzione di riscaldamento, che richiede la presenza di un motore integrato e di un’alimentazione. Anche in questo caso possiamo individuare tre categorie: quelli dotati di cavo elettrico, quelli dotati di batterie e quelli che possiedono una presa USB. 
  • Capacità: la scelta della capienza del vostro scaldavivande dipende dalle vostre esigenze: prodotti più capienti per contenere più cibo oppure più piccoli se non siete abituati a mangiare molto. La capacità è legata alle dimensioni della struttura dello scaldavivande e allo spazio che occuperà. In commercio si possono trovare scaldavivande di tutte le dimensioni, dal design particolare.
  • Praticità d’uso: uno scaldavivande oltre ad essere bello esteticamente e funzionale, deve anche avere delle caratteristiche che lo possano rendere un prodotto semplice e versatile da utilizzare. I modelli che presentano la funzione di riscaldamento degli alimenti possono essere dotati di una funzione che consente ogni volta di selezionare la temperatura. Questo programma incide sulla versatilità del prodotto perché un modello di questo tipo vi potrà consentire di preparare vari tipi di pietanze, consumandole alla temperatura ideale.
  • Indicatori LED e pulsanti: i pulsanti possono essere presenti solamente negli scaldavivande di fascia medio-alta, utili per impostare la temperatura o per facilitare la rimozione del contenitore interno. Gli indicatori luminosi invece, possono segnalare le fasi di ricarica delle batterie, ad esempio, oppure il processo di riscaldamento o l’attacco alla corrente elettrica. 
  • Tempo: il tempo che impiega una pietanza per riscaldarsi e raggiungere la temperatura giusta. Di solito, un contenitore di questo tipo impiega 15 minuti ma quelli più tecnologici possono arrivare alla temperatura anche in una decina di minuti. 
  • Isolamento: uno scaldavivande se possiede un buon isolamento può consentire di mantenere il cibo alla giusta temperatura il più a lungo possibile. In questo modo, in poco tempo potrà essere riscaldato. In alternativa, è possibile utilizzare il contenitore anche per mantenere al fresco i cibi con l’aggiunta di ghiaccio e senza collegarlo alla corrente elettrica.

Migliori scaldavivande elettrici

Gli scaldavivande elettrici sono contenitori utili, e non sempre è necessario dovere spendere grandi cifre per acquistarne uno. Infatti, sullo store di Amazon si possono trovare prodotti a prezzi convenienti che hanno ottenuto un ottimo riscontro positivo dagli utenti che ne hanno effettuato l’acquisto.

Ardes a basso consumo energetico

Si tratta di un modello elettrico dotato di tre scomparti removibili. Un contenitore salva-odori, igienico, facile da portare con sé, grazie al manico pratico ed ergonomico. Consente di risparmiare energia e sembra essere un valido sostituto del forno a microonde. In dotazione, all’interno della confezione potete trovare un cucchiaio da inserire nel portaposate del coperchio, un coperchio per liquidi e una valvola di sfogo per il vapore. Nonostante le sue dimensioni ridotte, possiede una capacità di poco più di un litro. Il prodotto è acquistabile sullo store di Amazon a un prezzo conveniente, dove potete trovare tutte le recensioni positive degli utenti che ne hanno effettuato l’acquisto. Ottimo rapporto qualità-prezzo.

Offerta
Ardes AR1K01G CALIDUS Scaldavivande Elettrico Scatola Alimentare Riscaldante 40 W
  • Ideale per riscaldare pietanze in sostituzione al microonde
  • Igienico e salvaodori, Facile da utilizzare e da pulire grazie ai contenitori interni removibili

Ariete Scaldì

Si tratta di un contenitore con un unico scomparto antiaderente, ideale per conservare all’interno una porzione di cibo per una persona. Provvisto di chiusura ermetica, il cavo per l’alimentazione è rimovibile. Il cibo può essere riscaldato in 8 minuti e lo scaldavivande riposto all’interno di una borsa. Lo scomparto removibile può essere lavato in lavastoviglie. La chiusura ermetica evita la fuoriuscita degli alimenti e la dispersione degli odori nell’ambiente. Per la pulizia dello scaldavivande, attenzione a non fare entrare acqua nello scomparto elettrico, in quanto la base non è removibile ed è integrata con il motore. Il prodotto è acquistabile in due colorazioni (viola oppure arancione e bianco), sullo store di Amazon a un prezzo conveniente, dove potete trovare tutte le recensioni positive degli utenti che ne hanno effettuato l’acquisto. Ottimo rapporto qualità-prezzo.

Damai in acciaio inox

Si tratta di uno scaldavivande realizzato in acciaio inox con una presa ergonomica e maneggevole. La cottura si attiva con un pulsante touch e raggiunge la temperatura desiderata in pochi minuti. Dotato di tre scomparti interni, possiede una chiusura sicura. Ideale per due persone, in quanto la capienza è di due litri. Le misure lo rendono compatto, leggero e facile da trasportare, perfetto per conservare sia primi che secondi. Grazie ai numerosi scomparti interni è possibile riscaldare varie pietanze o le stesse per più persone. Il prodotto è acquistabile sullo store di Amazon a un prezzo conveniente, dove potete trovare tutte le recensioni positive degli utenti che ne hanno effettuato l’acquisto. Ottimo rapporto qualità-prezzo.

DAMAI Scaldavivande Portavivande Elettrico Lunch Box Portatile Acciaio Inox per Campeggio Casa Ufficio,2L
  • SCATOLA DI PRANZO ELETTRICA FATEVI GUSTARE LA COTTURA IN QUALSIASI MOMENTO OVUNQUE: Impugnatura comoda e facile da...
  • SCATOLA ELETTRONICA PORTATILE FORNIRVI CUCINA SANA: Questo pranzo è fatto di materiale per alimenti, sicurezza,...

Pulizia e manutenzione

Prima di acquistare uno scaldavivande assicuratevi che il contenitore interno sia estraibile all’occorrenza. I modelli attivi o ibridi, possiedono questo componente che si presenta come uno scomparto lavabile in lavastoviglie, cosa che non è consentita solitamente nei modelli passivi. Oltre al contenitore interno, in alcuni modelli è possibile trovare dei piccoli contenitori aggiuntivi che permettono di portare con sé più pietanze. Nei modelli più avanzati anche questi pezzi sono smontabili e lavabili in lavastoviglie.  

Domande più frequenti

Quali sono i materiali più utilizzati?

L’esterno di questi prodotti solitamente è realizzato in plastica dura ma ci sono alcuni modelli di fascia alta, che sono interamente in acciaio inox o alluminio. Le differenze si hanno maggiormente nei materiali utilizzati per l’interno. I prodotti economici, non dotati di contenitore estraibile sono realizzati in plastica dura come l’esterno, mentre quelli elettrici o ibridi possono avere l’interno in alluminio o acciaio inox. Questi materiali consentono di mantenere più a lungo il calore all’interno e sono privi di sostanze che possono essere nocive per la salute.

Quanto costa uno scaldavivande elettrico?

In commercio, si possono trovare fasce di prezzo differenti. Il prezzo oscilla tra i 15 euro ai 50 euro, sopra questa cifra si possono trovare prodotti più adatti per un utilizzo professionale. Quelli più economici, sono i modelli passivi non dotati di particolari funzioni, con una limitata versatilità e la possibilità di mantenere in caldo i cibi solo per qualche ora. I modelli elettrici sono quelli più costosi, perché più resistenti e pratici nell’utilizzo.