Migliore telescopio stellare: quale scegliere? Caratteristiche, tipologie e prezzi

Spesso è capitato nella vita di pensare di volere regalare per un compleanno a un amico, famigliare o altre persone un telescopio stellare. Molti non conoscendo bene gli elementi che lo compongono non sanno se possa essere o meno un acquisto gradito.

In questa nostra guida ti aiuteremo a capire che cos’è un telescopio stellare, quali elementi valutare al momento dell’acquisto di uno tra i migliori modelli presenti in commercio sullo store di Amazon e il prezzo di questi strumenti.

Come scegliere un telescopio stellare?

Quando si tratta di acquistare un telescopio stellare è bene fare delle considerazioni per non rimanere insoddisfatti del prodotto e per evitare di spendere male il proprio budget. Le caratteristiche dei telescopi e più in generale dei prodotti di astronomia, sono molteplici e riuscire a orientarsi tra i vari modelli presenti in commercio non sempre può essere semplice, specie se si tratta del primo acquisto.

Al momento dell’acquisto è bene tenere presente: chi riceverà il telescopio, l’età e le modalità di utilizzo (se da solo oppure con l’aiuto di qualcuno). Lo strumento può essere un ostacolo ad esempio per un bambino per via del suo peso e dell’ingombro. Inoltre, potrebbe essere anche un pericolo dal momento che può essere puntato da mani inesperte verso il sole.

Telescopio professionale o amatoriale?

Se decidi di acquistare un telescopio professionale si presuppone che il destinatario sappia come utilizzare lo strumento, che conosca il sistema solare e le costellazioni. Se possiede queste competenze anche in modo superficiale, possiamo orientare la scelta verso un telescopio che abbia una montatura equatoriale per facilitarne l’apprendimento. Se ha dimestichezza con le coordinate celesti allora la montatura equatoriale è necessaria.

Per una persona che non ha esperienza tale montatura potrebbe risultare complessa. Meglio optare la scelta per un modello con montatura altazimutale, che consente movimenti indipendenti dal moto apparente del cielo. Per gli amanti della tecnologia e per chi preferisce non perdere tempo nella ricerca degli oggetti e vuole concentrarsi solo sull’osservazione, un telescopio computerizzato potrebbe essere la scelta migliore.

La difficoltà iniziale che potrebbe presentare la tecnologia di un telescopio computerizzato verrà soppiantata dalla comodità del sistema di controllo. Gli esperti consigliano sempre di iniziare con un telescopio non computerizzato, poiché la necessità di trovare oggetti autonomamente permette di familiarizzare più rapidamente con il cielo. A parità di costo, un telescopio manuale sembra essere anche otticamente migliore.

Qualità del cielo e potenza

L’inquinamento luminoso è un problema che accomuna molti astrofili, quindi, è bene sempre tenere presente dove si desidera utilizzare il telescopio e se c’è la possibilità di raggiungere posti con un cielo buio. É bene allora considerare fattori come: la magnitudine limite visibile ad occhio nudo dal posto dove viviamo, qualora non ci si voglia spostare.

Un altro possibile fattore che può contribuire alla qualità del cielo è l’altitudine. Se abbiamo la possibilità di arrivare in montagna, è bene assicurarsi che lo strumento sia facilmente trasportabile senza tralasciare la potenza che consentirà di avere una buona visibilità degli oggetti del cielo.

Ingrandimenti e diametro

Il parametro più importante è la raccolta di luce e questa dipende dal diametro. Più grande è il telescopio, maggiore sarà la possibilità di vedere oggetti deboli, inoltre, sarà anche più facile ingrandire senza perdere troppo contrasto o luminosità.

Ci sono altri parametri che possono influenzare le prestazioni di un telescopio e che possono fare in modo che uno strumento più piccolo possa mostrare più dettagli rispetto uno strumento più grande. Alcuni di questi fattori possono essere: la presenza di ostruzione nei riflettori o nei catadiottrici, la qualità della lavorazione delle lenti o degli specchi, la presenza di lenti aggiuntive all’interno del telescopio e di un tubo ottico aperto piuttosto che chiuso.

Oggetti celesti

L’osservazione di Luna e pianeti necessita di aperture molto ampie e si può trarre profitto anche da apertura di 70-80mm. É molto importante il contrasto che può fornire l’ottica utilizzata. I telescopi maggiormente consigliati sembrano essere quelli catadiottrici, poiché apprezzati per la compattezza.

Per l’osservazione degli oggetti del cielo profondo è importante la raccolta luce. Più il telescopio sarà dotato di un grande diametro maggiore sarà la luce che potrà raccogliere. Questa è la tipica caratteristica dei telescopi riflettori newtoniani che a parità di prezzo spesso offrono un’apertura superiore rispetto a un catadiottrico o un rifrattore. Gli esperti consigliano un riflettore con apertura di almeno 100 mm.

Facilità di trasporto

Gli strumenti per astronomia spesso sono ingombrati e pesanti, tranne i modelli pensati per i principianti. La compattezza e la facilità di trasporto sono due qualità che dipendono molto dalle necessità personali. Se si vuole utilizzare il telescopio in posizione fissa si possono scegliere strumenti grandi e poco trasportabili. Se, invece, si vuole portare con sé il telescopio alla ricerca di cieli limpidi in montagna, meglio scegliere modelli compatti come i catadiottrici di facile installazione.

Accessori extra

Se si ha una buona disponibilità economia si può prendere in considerazione anche l’acquisto di un binocolo. Può essere un buon accessorio per iniziare ad avvicinarsi all’astronomia e necessario tra gli strumenti a disposizione. Il binocolo viene, infatti, considerato uno strumento complementare al telescopio.

Nelle nostre case spesso è già disponibile un binocolo oppure si possono acquistare dei modelli anche economici su Amazon. La qualità non sarà elevata, ma si possono comunque utilizzare per osservare la galassia di Andromeda, le Pleiadi e la Grande Nebulosa di Orione. In alta montagna si può osservare, invece, la Via Lattea.

Il consiglio è quello di acquistare un 7×50 o un 10×50, con diametro libero degli obiettivi. Il primo dei due numeri riportati per un binocolo indica l’ingrandimento fornito. Esistono anche binocoli “zoom”, ovvero con ingrandimento variabile, ma quando si superano i 10x è necessario utilizzare un treppiedi.

Migliore telescopio stellare

Celestron 21023

Si tratta di un modello che sembra essere molto apprezzato dagli acquirenti di Amazon per l’ampio campo visivo, utilizzato per l’osservazione di galassie, montagne stellari e comete. Possiede un design elegante, leggero e portatile che lo rende facile da riporre, trasportare e configurare. Il telescopio sembra essere semplice nell’utilizzo, una tra le migliori scelte per professionisti.

Può essere installato senza attrezzi e viene fornito con due oculari. Incluso nella confezione trovi il cercatore, un accessorio utile per i principianti. Facile da osservare, l’utente naviga il cielo notturno spostando il tubo nella direzione dell’oggetto desiderato. Progettato con un’apertura di 76 mm, sembra avere unico svantaggio: non essendo robusto può facilmente rompersi con una caduta accidentale. Il telescopio è disponibile per l’acquisto a un prezzo molto vantaggioso sullo store di Amazon, dove puoi consultare le tante recensioni positive rilasciate dagli acquirenti che lo consigliano come regalo. Ottimo rapporto qualità – prezzo.

Celestron CE21024-DS - Telescopio Firstscope 76, Dobsoniano [Importato da Regno Unito]
  • Il supporto in stile Dobsonian di alta qualità con un tubo ottico riflettore da 76 mm rende FirstScope un telescopio...
  • Il design portatile e leggero del tavolo lo rende facile da riporre, trasportare e configurare il telescopio FirstScope

Telescopio rifrattore Svbony con treppiede e tubo ottico

Si tratta di un telescopio da 70mm che sembra essere dotato di una discreta potenza visiva, un’apertura di 2,4″ e una lunghezza focale di 300 mm. Il telescopio può essere utilizzato per l’osservazione della Luna, delle stelle e dei pianeti. Per aumentare l’ingrandimento viene fornito all’interno della confezione con in dotazione diversi oculari.

La lente di Barlow più alta può offrire un ingrandimento di 150x mentre il resto del pacchetto include al suo interno un treppiede in alluminio, un tubo ottico e le istruzioni di montaggio. Una volta che il treppiede verrà installato seguendo le istruzioni, sarà possibile collegare il tubo dell’obiettivo e iniziare a puntare verso il cielo aperto. Dal momento che si tratta di un telescopio rifrattore, l’azienda produttrice consiglia di utilizzarlo prevalentemente per l’osservazione di oggetti sulla Terra.

Dal design compatto e portatile può essere utilizzato anche per l’osservazione astronomica della Luna. Dotato di un sistema di ottica avanzata, antiriflesso completamente multistrato (FMC) sembra essere in grado di produrre immagini nitide. I “Prismi Porro” danno, invece, colore e contrasto intensi per un’esperienza visiva incredibile.

Con una regolazione precisa, una ruota di messa a fuoco fine con corsa super lunga a 12 bobine, vuol dire che ci troviamo in presenza di un telescopio che può fornire una regolazione precisa per obiettivi a lunga distanza. Tra le principali caratteristiche, l’azienda produttrice garantisce che si tratti di un prodotto impermeabile (dotato di certificazione IPX7), antipolvere, riempito di azoto per affrontare al meglio le intemperie quando utilizzato all’aperto.

Il telescopio è accessoriato di treppiede da scrivania che può essere utile per avere un migliore angolo di visione, che gli consente di roteare a 160° verso l’alto o il basso, a seconda delle proprie necessità. Il telescopio è disponibile per l’acquisto a un prezzo molto vantaggioso sullo store di Amazon, dove puoi consultare le tante recensioni positive rilasciate dagli acquirenti che lo consigliano per un utilizzo sia professionale che amatoriale. Ottimo rapporto qualità – prezzo.

Offerta
Svbony SV41 Cannocchiale 25-75x70 Maksutov FMC Bak4 Prisma di Porro Telescopio Monoculare Terrestre Astronomico con...
  • Mini Spotting Scope; Design ottico Maksutov-Cassegrain; Design compatto e portatile; Ideale sia per uso terrestre che...
  • Ottica Avanzata; Antiriflesso completamente multistrato (FMC) per produrre immagini nitide; Prismi Porro BAK-4 che danno...

Prezzi

Un telescopio che possa consentire una discreta osservazione del cielo non costa meno di 200 euro, a seconda dello strumento, della qualità delle lenti, del tipo di montatura e di eventuali accessori in dotazione, può arrivare a costare anche 5.000 euro (un prezzo per lo più indicativo di modelli professionali).